k

A PIEDI VERSO L'OCeano

La Partenza

10.04.2022 Partito. L'idea era di partire ieri, ma quando mi sono alzato, ho messo la testa fuori dalla finestra e ho visto il cielo nero e sentito la temperatura glaciale mi sono detto: "Chi me lo fa fare?". Quindi ho deciso di rinviare ad oggi la partenza, tanto Finisterre (Spagna) da lì non si muove. Il carretto è pronto, carico di tutte le cose che mi possono servire in questo nuovo viaggio, l'entusiasmo è alle stelle e la miriade di emozioni che si susseguono mi caricano a mille. Alla partenza da casa vengono a salutarmi i miei genitori, qualche foto, un grande abbraccio e parto assieme a Fabiola. Abbiamo appuntamento in distaccamento vigili del fuoco volontari di Longarone con i miei colleghi pompieri che vogliono augurarmi un buon viaggio. Patrick, Marco, Christian e Roberto M. sono lì ad attendermi, qualche foto di rito tutti assieme con il nostro camion, colazione al bar del paese dove ci raggiunge anche Roberto V. e via verso Belluno con Christian che decide di accompagnarmi per il primo pezzo. Passiamo per la zona industriale di Longarone, un piccolo tratto di strada statale e poi lungo la vecchia statale di Alemagna. Imbocchiamo la vecchia strada romana di Polpet lungo la quale incontriamo Lorenzo, Loriana e Bertilla arrivati appositamente per salutarmi. Nello stesso momento arriva Fabrizio, il mio padrino di cresima, che sorpresa!!! Salutiamo Christian e continuiamo Fabiola, Fabrizio ed io. Camminiamo sulla strada sterrata, oggi è una splendida giornata di sole, il tipico vento Longaronese ha lasciato posto ad una piccola brezza che non da fastidio. Due curve dopo troviamo mio fratello Michele, con sua moglie Giulia e il piccolo Alberto. Un'altra stupenda sorpresa che mi riempie di gioia. Poco dopo troviamo Eugenio e Monia, che ci sono venuti incontro a piedi per accompagnarci per un tratto. Arriviamo allo stadio di Polpet, dove a fine agosto- inizio di settembre si svolge una sagra strepitosa, e lí ci sono i miei ad aspettarci. Piccolo aperitivo con prosecco e salame portati da Eugenio. Gran bella idea!!!!! Passa di li Sergio, si ferma con noi a scambiare quattro chiacchiere. Ripartiamo lungo la pista ciclabile, tra chiacchiere e tante battute spensierate, arriviamo a Cavarzano, poi a Belluno. Birretta in piazza e poi viene il momento di salutarci. Fabrizio torna verso casa in treno, Fabiola con i miei, Eugenio e Monia in macchina ma prima di salutarci mi invitano a cena e a dormire da loro, non abitano tanto distante da Belluno, io accetto e ci diamo appuntamento lì. Parto, stavolta da solo, esco dalla piazza e prendo in direzione Tisoi passando per Fisterre. Sì, qui a Belluno c'è una piccola località che si chiama quasi come la mia meta. Divertente quante battute mi hanno fatto, ad esempio: ”Valà che da Belluno a Fisterre sarà solo 1 km. E tu stai via mesi?” Sulla strada per Tisoi passo a salutare Riccardo e sua moglie, beviamo una birra e, vista l'ora tarda, chiama Eugenio che viene a recuperarmi in macchina. Questi ultimi 3 km li abbuono a quelli che devo ancora fare. Ceniamo assieme, ci salutiamo perché domattina si alzano presto e io vado a nanna nella loro taverna in compagnia del fuoco acceso apposta per me. Che giornata stupenda! In compagnia di alcune delle persone che più mi stanno a cuore, non potevo immaginare inizio migliore. Grazie a tutti per aver condiviso con me la partenza!