k

A PIEDI VERSO L'OCeano

11 Aprile 2022

11.04.2022

Notte passata a meraviglia, al calduccio. 

Stamattina colazione con focaccia fatta in casa che mi hanno dato Eugenio e Monia, e poi via verso sud. Decido di passare a trovare Livio a Borgo Casoni. Ha un'azienda agricola con delle capre e produce prodotti buonissimi col loro latte. Chiacchieriamo un po', poi arriva sua moglie Gioia. Si mettono al lavoro e chiedo se posso dar loro una mano, adoro la vita agricola; segue i ritmi della natura e delle caprette. Ci sono un sacco di lavori da fare ma non ci spaventano, e, in compagnia, tra una chiacchierata e l'altra arriva l'ora di pranzo. Mangiamo assieme, condividiamo ancora qualche altro momento, poi nel pomeriggio riparto per il mio viaggio. Prima di partire mi danno delle patate e del formaggio, veramente a km 0. 

Mi dirigo verso Sedico, sento al telefono mio fratello Michele che lavora lì e ci troviamo per bere qualcosa assieme. 

Faccio la spesa poi cerco un posticino dove piantare la tenda, uno spiazzo vicino al ponte di Bribano, in riva al Cordevole fa al caso mio. Mi preparo la tenda, il sacco a pelo e tutto l'occorrente per la notte, mi cucino la pasta, la condisco con lo stracchino che mi hanno dato Livio e Gioia e mi godo il pasto in riva al fiume, godendomi il tramonto con la veduta stupenda delle montagne.