k

A PIEDI VERSO L'OCeano

24 Aprile 2022 Villa Cappella (MN)

24.04.2022 Villa Cappella (MN)

Lasciamo l'albergo e torniamo a Roverbella in macchina, scarichiamo il carretto e partiamo.

Fabiola cammina con me accompagnando la bicicletta in modo da poter tornare indietro a riprendere la macchina dopo.

La giornata è uggiosa e pioviggina leggermente.

Fabiola è ottimista e continua a dire che a breve uscirà il sole, infatti poco dopo le nuvole si diradano e esce un bel sole caldo.

Vediamo tanti animali sui campi, aironi, cormorani, germani reali, altri vari uccelli di cui non so minimamente il nome, poi di tanto in tanto qualche nutria si tuffa nei canali e nuota via velocissima.

Animale particolare, sembrano coccolose come i castori ma quella coda da topo gigante, non mi piace proprio.

Nel paesino di Marengo, passiamo lo scaricatore Pozzolo Maglio, uno dei canali laterali del fiume Mincio, c'è una paratia e ci sono delle coclee che, sfruttando il piccolo salto d'acqua, producono corrente elettrica. Ce ne sono parecchie di queste centraline elettriche da queste parti.

Arriviamo a Goito, mentre Fabiola, in bici, torna a prendere la macchina, io preparo il pranzo. In bicicletta impiega circa un quinto del tempo per fare a ritroso la strada.

Il ristorante di oggi lo chiamiamo "al giardinetto", in riva al fiume Mincio.

Attraversiamo il ponte pedonale, c'è un vecchio mulino che sfruttava le acque del Mincio per macinare i cereali, ora trasformato in un bar.

Sul fiume due mamme anatre portano a spasso i loro piccoli, che spettacolo vederli nuotare veloci contro corrente, poi qualcuno si perde via e viene portato verso valle, allora la mamma prontamente nuota veloce per riprenderlo.

Seguiamo il percorso pedonale che costeggia il fiume, che purtroppo ci porta ad una scalinata.

Per fortuna siamo in due e possiamo sollevare il carretto fino alla cima della scalinata.

Guardo su google maps e scopro che c'è una pista ciclabile che costeggia il fiume, ci allunga un po' il percorso ma la preferisco rispetto alla strada provinciale che abbiamo percorso finora.

La ciclabile costeggia il Mincio, troviamo dei pescatori, passiamo tra boschetti e campi coltivati, ci sono tantissime varietà di uccelli. Sarebbe interessante conoscerle tutte.

Usciamo dalla ciclabile per tagliare lungo una strada tra i campi che ci riporta sulla via, passiamo le piscine termali ed eccoci nuovamente sulla strada provinciale 17 che da Goito porta a Gazoldo degli Ippoliti.

Giriamo verso Villa Cappella e troviamo un posticino nascosto vicino ad una stalla abbandonata dove piantare la tenda.

Fabiola torna a recuperare la macchina.

Cenetta a lume di tramonto e poi a nanna.