k

A PIEDI VERSO L'OCeano

25 Aprile 2022 Isola Dovarese (CR)

25.04.2022 Isola Dovarese (CR)

Ci alziamo a mattina inoltrata, smontiamo il bivacco mettendo un po' ad asciugare la tenda.

La notte è passata nel dormiveglia, avere Fabiola li con me mi ha messo ancora piú in guardia da eventuali visite notturne. Per fortuna non ce ne sono state.

Continuiamo per le campagne, tra campi e stalle, anche Fabiola apprezza la vita nella natura ed è bello condividere con lei tutto questo.

Imbocchiamo una strada sterrata che poi diventa una strada erbosa e finisce con una sbarra, dopo la sbarra la strada torna sterrata e pochi metri piú avanti, asfaltata. Non mi va di tornare indietro, quindi assieme alziamo il carretto e scavalchiamo la sbarra.

Se fossi stato da solo avrei dovuto svuotare tutto, portare di la della sbarra tutta l'attrezzatura e il carretto e poi ricaricare tutto. In due è decisamente meglio.

Al bar del paese ci beviamo un caffé e chiediamo se è possibile avere due piadine farcite da portar via.

Dopo un altro pezzo di strada pranziamo con le piadine all'ombra di un salice seduti su un muretto.

Le macchine che passano sono poche e ci gustiamo sia il pasto sia il panorama.

Arriva il momento di salutarci, stasera va a riprendersi suo figlio e non può fermarsi oltre.

Ci salutiamo con un grande abbraccio, sappiamo entrambi che da adesso in poi diventa sempre piú difficile poterci vedere nel fine settimana ma sappiamo anche che è sempre con me.

Camminare in compagnia di Fabiola è stato bellissimo!

Approfitto che il sole è coperto e metto ad asciugare la tenda sopra il carretto mentre vado.

Ho imparato che la tenda va asciugata all'aria ma non sotto il sole, altrimenti perde l'impermeabilità come è successo nel viaggio a Caponord.

Un signore passando con la moto, per l'esattezza una BMW GS 1200, si gira e torna indietro, legge lo striscione e si ferma in mezzo alla strada e iniziamo a chiacchierare.

È un giramondo anche lui, mi racconta dei suoi viaggi in moto, Caponord, Turchia, Spagna, Marocco, Iran… fortissimo davvero. Passiamo piú di un'ora parlando di viaggi.

Verso sera cerco un posto dove piantare la tenda, un boschetto fa al caso mio.

Durante la notte qualche goccia di pioggia ticchetta sulla tenda, mi sveglio ma subito mi riaddormento.