k

A PIEDI VERSO L'OCeano

29 maggio 2022 – l’Hérault (Occitania)

29.05.2022 Clermont - l'Hérault (Occitania)

Notte fredda, tanto fredda e umida, tanto umida.

Stamattina la sveglia me l'hanno data le campane del paese, cavoli ieri sera non mi sembrava facessero tutto questo casino. Comunque ormai sono bello sveglio quindi tanto vale alzarmi, anzi no mi giro e torno a dormire ancora un po'. La tenda è fradicia, aspetto che esca il sole che inizia a scaldare, metto ad asciugare la tenda e il sacco a pelo sempre all'ombra comunque.

Il villaggio è deserto, solo un'anziana signora che mi saluta con un bellissimo sorriso.

Poche macchine sulla strada, mi godo il panorama.

Mi capita spesso per strada di vedere qualcosa per terra, che sembra una cosa in realtá è tutt'altro. Tipo un tubo di plastica nero in mezzo all'erba sbra un serpente da distante, poi mi avvicino e vedo cos'è in realtà. Oppure una borsa di cartone con qualche disegno, sembra un'animale spiaccicato. Come in tutte le cose non bisogna fermarsi alle apparenze, ma andare un po' oltre, avvicinarsi e guardare meglio. Questo qualcosa apparirà piú nitido. Su qualsiasi cosa. Che sia una notizia, un avvistamento, una frase, un problema…

Arrivo ad Aniane mi fermo ad un bar per bermi qualcosa, la barista, Nadjia, è gentilissima. Vede che sto andando a Santiago e mi chiede di pregare per lei quando sarò lì.

Riprendo il viaggio e poco dopo trovo alcuni vigili del fuoco in addestramento. Mi avvicino, dico loro che sono un volontario anch'io ed assisto all'esercitazione. Mi fanno vedere i camion, mi spiegano i loro modi di operare e mi invitano a visitare la loro caserma. Purtroppo vengono chiamati per un intervento e devono correre via. Peccato, niente visita alla caserma.

Stasera hotel, ho bisogno di una doccia e di lavare i vestiti. Lo prenoto e scrivo loro che arrivo con un carretto, poco dopo mi chiamano e mi dicono che non accettano cani nell'hotel. Io non parlo tanto bene il francese, tantomeno al telefono quindi vi lascio immaginare la telefonata che abbiamo fatto. Controllo sul messaggio che ho inviato ed ho scritto giusto carretto in francese, forse hanno letto male. Mando una foto e mi rispondono che non posso portarlo in camera e quindi annullano la prenotazione. Come????? E io ora che faccio? Non ci sono altri alberghi nelle vicinanze e non ho voglia di continuare oltre. Chiedo se hanno un posto dove poterlo mettere al sicuro, mi dicono che hanno un garage. Va benissimo quello meno male.

Per arrivare a Clermont l'Hérault è davvero dura. La strada è molto trafficata e senza banchina, purtroppo non ho alternative a questa strada. Comunque arrivo all'hotel sano e salvo.

Il signore dell'hotel mi accoglie molto bene sorridendo alla vista del carretto, me lo fa portare di sotto, prendo tutta la roba che mi serve e salgo in camera.

Doccia lunghissima e rigenerante, non vi dico il colore dell'acqua dopo essere passata sul mio corpo.

C'è una lavanderia self service poco distante, perfetto, lavo tutto in lavatrice, giro in asciugatrice e i vestiti sono perfetti. Che bello! Altra comodità che un po' mi mancava.

Mangio qualcosa al fast food e poi nanna stanchissimo. Oggi la gamba sinistra mi ha fatto un po' male. Speriamo domani vada meglio.