k

A PIEDI VERSO L'OCeano

29.06.2022 Quasi a Poblacion de Campos (Castilla e Leon)

29.06.2022 Quasi a Poblacion de Campos (Castilla e Leon)

La notte scorsa il cielo era stupendo, fitto di stelle,meraviglioso. Si vedeva benissimo la via lattea e tantissime costellazioni, quelle che conosco almeno.

Mi sono accampato distante dalla strada quindi non vengo svegliato dal rumore dei passi dei pellegrini. Mi sveglio con calma e parto.

A Castrojeritz faccio colazione, ritrovo Claudio e altre persone mi chiedono incuriosite del mio viaggio.

Chiacchiero un po' con tutti ma preferisco camminare da solo, ho un'andatura tutta mia e mi fermo spesso a contemplare la bellezza che ho attorno.

Arriva ad una salita parecchio impegantiva la strada è larga e non mi preoccupo. La salita è davvero dura e sudo parecchio, ma arrivato in cima mi godo il panorama per un bel po'. Molti arrivano in cima, non si voltano nemmeno e continuano a testa bassa fissando il terreno.

Ne approfitto per asciugare il sacco a pelo.

Ora è tutta pianeggiante per un po', incontro alcuni pellegrini, scambio alcune parole veloci con qualcuno continuando a camminare. Sono su una meseta e tutt'attorno il panorama è magnifico. I campi di grano e orzo sembrano distese di sabbia. Rimango continuamente ammagliato da tutto quanto.

Ad un cetro punto incontro Remigia, sta cercando l'ospital San Nicolas, guardo sulla mappa e facciamo un pezzo di strada assieme. Arriviamo all'ospital, davvero molto bello, senza acqua ne corrente elettrica, è gestito da una confraternita di Perugia, gli ospitalero sono gentilissimi.

Viene voglia di fermarsi qui, ma io ho voglia di cammiare. C'è anche Vincenzo, passo parecchio tempo a chiacchierare con loro. Poi sento che è il momento di ripartire e via verso il paesino dopo dove mi fermo a mangiare qualcosa.

Al bar trovo un gruppetto di 5 persone simpaticissimo. Nel pomeriggio inoltrato riprendo il Cammino, poco dopo foro nuovamente la ruota anteriore. Mi fermo, tiro fuori lo sgabello e riparo la gomma. Il gruppetto di prima mi supera e mi chiede se ho bisogno di aiuto. Gentilissimi ma ho quasi finito.

Poco dopo trovo dei contadini con trattori e trebiatrice. È il momento di togliermi una curiosità: chiedo ad uno di loro che coltivazioni sono quelle che vedo li attorno. Orzo (cebado in spagnolo), frumento o grano (trigo), e girasoli. Gli ultimi erano gli unici di cui ero sicuro. Quindi il cereale che canta è orzo.

Finalmente mi sono tolto questo dubbio.

Verso sera arrivo a Boadilla del Cammino, trovo alcuni ragazzi che avevo visto il giorno prima.

Riparto, passo Fromista, cittadina che non mi piace minimamente e poco prima di Poblacion de Campos vedo un parco con tavolini e l'erba tagliata. Mi fermo lí, c'è anche un altro pellegrino con la sua tenda già montata.Tira un forte vento, monto la tenda un po' protetta dai tavolini. Mangio e mi metto a nanna.